6 curiosità su Pisa

6 curiosità su Pisa

Pisa affonda le sue radici nella storia e a volte anche nella leggenda… sì perché sono molte le curiosità da conoscere quando si visita la città della Torre pendente, e anche se non tutte hanno fondamenta storiche, a noi piacciono perché fanno parte del folklore e della tradizione!

In questo post abbiamo riunito alcune delle curiosità più stuzzicanti della città, che potete fare vostre e sciorinare durante la visita di Pisa per fare bella figura con le persone che vi accompagnano!

1. Piazza dei Miracoli: perché si chiama così?

Piazza dei Miracoli, che, dal 1987, è stata inserita tra i Patrimoni dell’Umanità dall’Unesco, non si è sempre chiamata così. La denominazione trae le sue origini da una frase contenuta nel romanzo “Forse che sì forse che no” di Gabriele D’Annunzio, che recita: “L’Ardea roteò nel cielo di Cristo, sul prato dei Miracoli”, dove i miracoli erano proprio gli imponenti monumenti della piazza. Sul nostro blog potete leggere un approfondimento su una delle piazze più belle del mondo (per noi la più bella in assoluto!)

Piazza dei Miracoli

2. Perché Pisa non è più sul mare?

Pisa per lungo tempo è stata un’importante città portuale e centro di traffici nel Mediterraneo insieme alle altre repubbliche marinare italiane di Amalfi, Genova e Venezia. Oggi, però non è più sul mare: perché? Perché gradualmente i detriti trasportati dal fiume Arno hanno formato una pianura che ha interrato il porto e distanziato la città dal mare in maniera definitiva. Così, anche se molto probabilmente Pisa è un nome d’origine etrusca che significa «bocca», «foce», oggi dista poco più di una decina di chilometri dal mare. A tal proposito vi invitiamo a leggere il post dedicato alle tre frazioni marinare di Pisa: Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone.

Marina di Pisa

3. Sapevate che la Torre di Pisa non è l’unica torre pendente della città?

Eh già, non tutti sanno che la famosa torre di Piazza dei Miracoli non è l’unica a pendere in città! Ci sono anche:

  • la torre della Chiesa di San Nicola in via Santa Maria, nel centro storico, che pende di circa 2,5 gradi,
  • la torre della Chiesa di San Michele degli Scalzi sul Viale delle Piagge, che pende di circa 5 gradi.

Incredibile, vero? Forse è il caso di iniziare a parlare della città delle torri pendenti!

Chiesa di San Michele degli Scalzi – Foto di Serena Puosi

4. Quante sono le unghiate del diavolo?

C’è una leggenda che ogni pisano conosce, anche se magari ognuno la racconta con dettagli leggermente diversi, creandone una propria versione. Chiunque abbia visitato Piazza dei Miracoli si sarà imbattuto nella leggenda delle unghiate del diavolo, locuzione con cui vengono chiamati dei piccoli fori sulla fiancata nord della Cattedrale in un pezzo di marmo di origine romana.

Si narra che questi forellini siano la traccia indelebile delle unghie del diavolo che, geloso di tanta bellezza artistica e architettonica, si sarebbe arrampicato lungo la fiancata sul tetto della Cattedrale per impedirne la costruzione. Leggenda vuole che provando a contare questi piccoli fori in un senso e poi nell’altro si ottenga sempre un numero diverso. Fateci sapere se avete provato!

C’è chi dice 150… ma mica ne siamo sicuri!

5. Perché la Torre della Fame è chiamata così?

La Torre della Fame, che in realtà era anche chiamata torre dei Gualandi e Torre della Muda, è un’antica torre medievale di Pisa che prende il nome dal triste episodio del conte Ugolino della Gherardesca, che fu imprigionato e lasciato morire di fame insieme ai suoi figli e nipoti.

L’episodio è passato alla storia perché citato da Dante Alighieri nel XXXIII canto dell’Inferno, essendo il conte un personaggio conosciuto. La torre si trova in piazza dei Cavalieri di Santo Stefano ed è inglobata nel palazzo dell’Orologio, dove dal 2016 è stato aperto uno spazio museale dedicato alla torre del Conte Ugolino.

Di Gianni Careddu – Opera propria, CC BY-SA 4.0

6. Come fa la Torre di Pisa a non cadere?

Rispondiamo a questa domanda facendo tutti gli scongiuri del caso 😬 La torre di Pisa, ossia il campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta, era stata progettata per essere dritta, come qualsiasi torre che si rispetti. Già in fase di costruzione, però, il terzo piano cominciò a dare segni di cedimento e a inclinarsi a causa del terreno argilloso sottostante. La pendenza è aumentata o diminuita negli anni a seconda degli interventi fatti per cercare di stabilizzarla. L’inclinazione attuale è di poco meno di 4 gradi e i pisani le sono molto grati perché hanno reso Pisa unica al mondo!

Fateci sapere se avete trovato interessanti queste curiosità!

Prenota ora