Pisa e dintorni

Santa Maria della Spina

Passeggiando sui Lungarni è possibile ammirare la bellissima Chiesa di Santa Maria della Spina, straordinario esempio di stile Gotico-Pisano.

Dettagli >

Edificata nel 1230 sul greto dell’Arno, in corrispondenza del Ponte Nuovo, all’inizio fu chiamata proprio Santa Maria de Pontenovo, ribattezzata poi in Santa Maria della Spina quando, a partire 1333, custodì come reliquia una delle spine della corona di Cristo, ora conservata nella Chiesa di Santa Chiara.

Pur non trovandosi sull’asse turistica principale, consigliamo a tutti i nostri ospiti una visita di questa Chiesa, potendo così ammirare le bellissime sculture custodite al suo interno.

“Tuttomondo” il murales di Keith Haring

A 200 metri dal nostro albergo, tra la Piazza di S. Antonio e la bellissima Piazza Vittorio Emanuele II, è possibile ammirare l’ultima opera pubblica del grande artista americano Keith Haring.
L’opera risale al 1989 ed è stata realizzata, nel giro di una settimana, sulla parete esterna della Chiesa di S. Antonio abate, con l’aiuto di alcuni studenti e artigiani locali.

Dettagli >

Durante la Vostra visita a Pisa non perdete l’occasione di ammirare questa grande opera piena di simboli e significati nascosti, magari degustando qualcosa da bere all’ottimo Keith Haring cafè.

Piazza dei Miracoli

Arrivando a Pisa la prima cosa sicuramente da visitare è Piazza dei Miracoli (espressione coniata da Gabriele d’Annunzio), con la sua famosissima Torre Pendente, la cui prima realizzazione risale al lontano 9 Agosto 1173.

Dettagli >

Affermatasi oramai una delle 7 meraviglie del mondo, patrimonio dell’ Unesco, la Torre di Pisa fa si che la nostra città sia tra le più amate di tutto il mondo, addirittura si dice che in Cina sia il 1° monumento al mondo per importanza.

Oltre alla Torre Pendente sulla Piazza si può ammirare la bellissima Cattedrale, capolavoro assoluto dello stile Romanico Pisano; iniziata nel 1064 dall’architetto Buscheto con la decima del bottino dell’impresa pisana in Sicilia nel porto di Palermo contro i Musulmani 1063, vi si fondono elementi stilistici diversi, classici, Lombardo-emiliani, bizantini, ed in particolare islamici, a riprova della presenza internazionale dei mercanti pisani a quei tempi.
Continuando con la visita ci troviamo davanti all’imponente Battistero, dedicato a San Giovanni Battista, il quale sostituisce un precedente Battistero più piccolo dove ora sorge il Camposanto monumentale, altra bellezza ammirabile alle spalle della Piazza.

La visita può essere completata con i due musei ( Museo dell’Opera del Duomo e Museo delle Sinopie ) ubicati lungo la strada che costeggia Piazza dei Miracoli.
Per avere maggiori informaizoni sulla Piazza clicca qui

Curiosità: non tutti sanno che sul lato posteriore della Cattedrale si trovano delle strane incisioni chiamate “Dita del Diavolo” in quanto sembrano proprio delle ditate lasciate sul cemento ancora fresco; turisti da tutto il mondo hanno provato a contarle ma il numero… non è risultato lo stesso per due volte consecutive.

Pur non trovandosi sull’asse turistica principale, consigliamo a tutti i nostri ospiti una visita di questa Chiesa, potendo così ammirare le bellissime sculture custodite al suo interno.

Museo Nazionale di San Matteo

All’interno del Museo Nazionale di “San Matteo”, ospitato dal 1949 in un antico convento delle monache di San Matteo sul Lungarno, si possono ammirare delle bellissime opere donate nei secoli da personaggi famosi come il canonico pisano Sebastiano Zucchetti, il quale nel 1796 donò una raccolta di circa 150 dipinti su tavola, per poi arrivare ad altre importanti donazioni fatte da Moisè Supino, Augusto Bellini Pietri e Antonio Ceci.
Al suo interno si trova anche una bellissima raccolta di Ceramiche Medievali.

Certosa di Calci

A pochi chilometri da Pisa, facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici, si può visitare la Certosa di Calci.

Fino ai primi anni ’70, la Certosa di Calci ospitava un convento certosino oggi trasformato in museo all’interno del quale, ancora oggi, si può percepire un mondo fatto di preghiera, spiritualità e silenzio.

Dettagli >

La struttura oggi è suddivisa in due parti; il Museo di Storia naturale e del territorio, con bellissimi reperti ed una bellissima sezione dedicata agli acquari guarda il video
ed il Museo nazionale della Certosa di Pisa che comprende gli ambiti certosini perfettamente conservati.

Piazza dei Cavalieri

Visitando il centro di Pisa è quasi d’obbligo una sosta nella bellissima Piazza dei Cavalieri la quale, oltre ad aver rappresentato un tempo il centro del potere civile rispetto a quello religioso, ospita la sede della Scuola Normale Superiore fondata da Napoleone Bonaparte.

Dettagli >

Si può inoltre vedere il bellissimo Palazzo della Carovana un tempo Palazzo del popolo degli anziani, ed il Palazzo dell’Orologio con la sua Torre della Muda conosciuta anche come Torre della fame dove, nel 1289, morì il Conte ugolino con figli e nipoti così come raccontato da Dante nella Divina Commedia.

Palazzo Reale

Sul Lungarno Pacinotti, fuori dall’asse pedonale, un’altra bellezza da non perdere è Palazzo Reale. Al suo interno sono conservate delle bellissime collezioni a partire dal 1600 in poi, come la Collezione Ceci ed un’altra stupenda varietà di dipinti fiamminghi, continuando con una serie di oggetti, quali targoni e armature originali, utilizzati in passato per lo storico Gioco del Ponte.

Dettagli >

Nella Sala degli Arazzi è possibile ammirare alcuni abiti d’epoca (gli unici in Europa conservati integramente) appartenuti alla famiglia De’ Medici.

Visto che il costo del biglietto è veramente irrisorio, consigliamo una visita a questo Museo, integrandola, magari, con la visita al Museo Nazionale di San Matteo, dove invece sarà possibile visionare tutte le opere (strettamente correlate) anteriori al 1500.

Prenota ora